Illustre Feccia ha dedicato alla campagna Dioscotto dei poster che sono apparsi in alcune città di Italia, in prevalenza Roma e in Toscana. In occasione della mostra Dioscotto-Area Riservata (Piazza Dante, Napoli, aprile 2019), abbiamo applicato le grafiche in forma di etichette a serie di barattoli in vetro: conserve artistiche di bestemmie.

Etichetta d’autore applicata su barattoli da conserva in vetro. Sono state realizzate 6 serie ed ognuna è composta da 3 barattoli alti 17cm con diametro di 8cm, è richiesta una donazione di €25 per ogni serie che desideri ricevere.

Al momento sono ancora disponibili 5 serie.

La grafica stampata sulle etichette (stampa digitale)

 

Procedi con:
1- donazione via PayPal cliccando sul pulsante qui di seguito
2- scrivici per accordare le modalità di consegna dalla pagina in cui sarai reindirizzato dopo la donazione

 


“Dioscotto” è l’espressione blasfema pastafariana che non può essere oggetto di contesa legale. Se la legge punisce la blasfemia per tutelare il sentimento religioso dei fedeli del culto la cui divinità è vilipesa, allora questa non può essere applicata qui: i pastafariani spiegano che alla loro divinità fa piacere esser oggetto di ingiurie, quindi in questi casi tale legge non è applicabile. Qui per maggiori informazioni su Dioscotto.

L’artista è un noto subvertiser, attivo nel Regno Unito ed in Italia. Il suo stesso nome, Illustre Feccia, è un ossimoro e rappresenta la natura assurda delle cose. È essenzialmente il suo manifesto artistico. La sua fonte di ispirazione è la satira, la cultura punk, il situazionismo e tutti i movimenti artistici ispirati dalla filosofia nichilista e libertaria. La sua arte è diretta principalmente alla critica al consumismo, al mondo occidentale cristiano e moderno. Scopri di più su Illustre Feccia: intervista su Artribune